Le proposte di questo mese della nostra biblioteca

GENNAIO 2022

Letizia Svevo Fonda Savio : biografia e carteggio

Di Silva Bon

Saggio biografico su Letizia Svevo Fonda Savio, scritto attingendo a pubblicazioni, biblioteche e archivi utili a delinearne il personaggio pubblico e privato, i ruoli, la figura e le qualità agli occhi del lettore. Le vicende familiari dolorose, la profonda umanità, il ricordo del padre.

Tu mi sposerai

di Gigetta Tamaro a cura di Luciano Semerani e Giovanna Semerani

Catalogo che racchiude il percorso creativo – architettonico di Gigetta Tamaro, fatto di schizzi, tavole a colori, appunti, modelli, e per la prima volta sculture e quadri. Una galleria di personaggi molto diversi. Un ambiente, quello che dagli anni sessanta alla fine del secolo è stato vissuto tra Trieste, Venezia e Milano, da una generazione. Il tessuto di amicizie, le relazioni sociali, culturali e politiche, il valore della contemporaneità nel linguaggio di un’artista.

Le triestine donne volitive : presenza e cultura delle donne a Trieste tra Ottocento e Novecento

A cura di Anna di Gianantonio e Marina Rossi

Raccolta di saggi di otto studiose impegnate nella storia di genere (Cristina Benussi, Christina Biber, Silva Bon, Anna Di Gianantonio, Gloria Nemec, Marina Rossi, Elisabetta Vezzosi, Gabriella Ziani), dai quali emerge il quadro politico, economico, sociale e culturale della città nei momenti chiave della sua storia – dall’ultimo periodo asburgico al secondo dopoguerra – esaminati con particolare riferimento alla condizione femminile.

L’arte dell’uncinetto: manuale pratico, i punti e i modelli

Proposta di svago nel tempo libero.

Io ci sono. La mia storia di non amore.

Di Lucia Annibali e Giusi Fasano

La sera del 16 aprile 2013, Lucia, una giovane avvocatessa di Pesaro al rientro nel suo appartamento trova un uomo incappucciato che le tira in faccia dell’acido sfigurandola. Le ustioni, devastanti, corrodono anche il dorso della sua mano destra. Quella stessa notte viene arrestato Luca Varani, avvocato, che con Lucia aveva avuto una tormentata relazione, troncata da lei nell’agosto del 2012. Secondo la magistratura è lui il mandante dell’aggressione ad opera di due sicari albanesi, pure loro poi arrestati. L’ennesimo caso di violenza sulle donne, nel quale l’abbandono ha innescato la miccia del risentimento. Il possesso scambiato per amore, la rabbia che diventa ferocia, fino all’essenza della crudeltà: l’acido in faccia.
La storia viene ripercorsa, dal corteggiamento al processo; i momenti dell’emozione e quelli della sofferenza; il racconto dell’aggressione e poi i mesi bui e dolorosissimi, segnati anche dal rischio di rimanere cieca. Per la sua tenacia, la sua determinazione e il coraggio di mostrarsi, oggi Lucia Annibali è diventata un’icona e un punto di riferimento per tutte le altre donne.

DICEMBRE 2021

Di testa loro : dieci italiane che hanno fatto il Novecento

Di Marta Boneschi, giornalista

Storia di dieci donne che attraverso il rifiuto di una vita convenzionale, sono riuscite a raggiungere i propri obiettivi, dal 1870 ai giorni nostri.

Maria Montessori e Rita Levi Montalcini e la lotta ostinata per iscriversi alla facoltà di Medicina; Angela Merlin e Teresa Noce e l’opposizione al Fascismo; Franca Valeri e Alida Valli, che si fanno largo nel mondo dello spettacolo. Luisa Spagnoli, che emerge in mondo imprenditoriale solo maschile, lasciando tracce nella storia. Armida Barelli, che organizza milioni di giovani cattoliche. Lucia Bosè, che trova successo e amore, e che sa rialzarsi quando vede tutto svanire. E infine, Franca Viola, che rifiutando di sposare il suo stupratore, diventa un simbolo della crescita civile dell’Italia del secondo dopoguerra e dell’emancipazione delle donne, sferrando il colpo di grazia al matrimonio riparatore.

Rivoluzioni femminili, dalla pedagogia, alla politica, all’economia, alla scienza, allo spettacolo e ai costumi. Ai giorni nostri, non ci stupiscono, ma è grazie anche alla ostinata disobbedienza di queste donne che milioni di italiane possono decidere della loro esistenza!

Atlante di Geografia umana

Di Almudena Grandes (1960 -2021)

Quattro donne, che stanno vivendo momenti delicati della propria esistenza, scrivono un atlante di geografia umana in fascicoli.

E’ l’occasione per loro di ripercorrere gli anni della propria vita, tra lotte politiche, conquiste femminili, relazioni personali difficili. La geografia umana si circoscrive perciò al mondo delle quattro donne e alla loro ricerca interiore. Il bilancio che se ne trae è spesso negativo, ma ciò non significa che le cose non possano cambiare in meglio…

Philomena : una storia vera

Di Martin Sixmith

L’incontro tra il giornalista Sixmith e l’anziana donna irlandese Philomena, che da anni custodisce un segreto. Nel 1952, poco più che una ragazzina è rimasta incinta ed è stata rinchiusa in un convento. Poco dopo ha dato alla luce suo figlio, Anthony, che dopo tre anni, in cui lei se ne è presa cura, è stato dato dalle suore in adozione ad una famiglia americana, dietro compernso.

Da allora Philomena non ha mai smesso di pensare a lui, e ha cercato in segreto di rintracciarlo, senza sapere che anche suo figlio la sta cercando.

Inizia così il viaggio di Philomena e Martin, che porterà alla luce segreti, ipocrisie e soprusi occultati per anni, annodando le fila di due anime separate alla nascita, ma legate da un amore inesauribile.

I custodi del libro

Di Geraldine Brooks

È la primavera del 1996 a Sarajevo e Hanna Heath, trentenne restauratrice australiana di manoscritti e libri antichi, è appena giunta nella capitale bosniaca devastata da cinque anni di guerra civile e ancora sotto il fuoco dei cecchini. Qualche giorno prima, Hanna ha ricevuto da Gerusalemme una telefonata da un insigne studioso di antichi manoscritti ebraici che le ha comunicato il ritrovamento della Haggadah, un manoscritto ebraico prodotto in Spagna in età medievale, creduto perduto. Hanna ha accettato l’incarico di restaurarlo senza indugio. Dalla sua voce che apprendiamo la storia dell’opera, una vicenda fatta di macchie di vino e di sangue, di splendidi fermagli smarriti, di farfalle di montagna, di storie d’amore e di vigliaccheria, di secoli di splendore e di decadenza, e di gloriose città: la Siviglia del 1480, la Tarragona del 1492, la Venezia del 1609, la Vienna del 1894. L’avvincente storia di un manoscritto sopravvissuto all’Inquisizione e a tutte le persecuzioni sofferte lungo il corso dei secoli dagli ebrei, un libro che simboleggia la forza stessa della vita che si oppone alle tenebre della morte.

Prisma di frammenti : Storie di donne (Vita Activa Edizioni)

Raccolta dei racconti che hanno partecipato alla quinta edizione del concorso letterario biennale intitolato a Elca Ruzzier “Una donna da non dimenticare”.

NOVEMBRE 2021

Le voci di Petronilla: storia di una modernissima donna d’altri tempi, uno scorcio di vita femminile italiana dal 1872 al 1947

Di Roberta Schira e Alessandra De Vizzi

Il racconto inedito della vita, dall’infanzia mantovana ai salotti milanesi della maturità, ritrovo di intellettuali dell’epoca, passando per il periodo universitario e i sogni romantici di ragazza, sempre guidata dal principio categorico “Io devo”, di Amalia Moretti Foggia.

Conosciuta come dispensatrice di ricette di cucina e di vita, con il nome di Petronilla, e di consigli medici come dott. Amal, sulle pagine della Domenica del Corriere, Foggia è stata una femminista ante litteram, che ha intrecciato la sua esistenza con grandi figure femminili del Novecento (da Anna Kuliscioff a Sibilla Aleramo ad Ada Negri), ma ha anche portato assistenza gratuita tramite il servizio di Poliambulanza di Porta Venezia a Milano a centinaia di donne di diversa condizione ed estrazione sociale. Una figura attuale da riscoprire per le donne di ieri e da scoprire per quelle di oggi.

Anche gli uomini possono stirare

Di Claudia Pinl

Una ricerca di soluzioni positive per superare insieme la “sindrome della massaia”, suddividere i compiti familiari e le responsabilità in modo equo, coinvolgere tutta la famiglia nei lavori domestici, affrontare il problema del congedo per paternità/maternità. Un’opera di qualche anno fa, ma sempre attuale.

Storie di sirene e gorgoni: Istories me seirenes kai gorgones (Vita Activa Edizioni)

Diciotto autori e autrici di lingua e cultura greca rivisitano i miti e le figure mitologiche, trattando il tema del passaggio dal mondo dell’infanzia all’età adulta.

L’avventura della pace: Pacifismo e Grande Guerra

Di Bruna Bianchi

L’avventura delle organizzazioni che diedero vita al movimento pacifista: la ricostruzione dell’attività e l’elaborazione teorica a livello internazionale e il caso italiano.

Di case di luoghi (Vita Activa Edizioni)

Di Melita Richter Malabotta

Una raccolta di poesie di Melita Richter Malabotta, raccontando e ricordando il suo pensiero e la sua figura.

OTTOBRE 2021

Manuale per ragazze rivoluzionarie: perché il femminismo ci rende felici

Di Giulia Blasi, già autrice di Nudo d’uomo con calzino (Einaudi), Il mondo prima che arrivassi tu (Mondadori) e Siamo ancora tutti vivi (Piemme), alla sua prova con il non – fiction.

Dopo una lucida analisi della situazione attuale, vissuta quotidianamente dalle donne, l’autrice offre dei consigli pratici per mettere in atto un Femminismo pieno di ottimismo e spirito collaborativo (evviva la Sorellanza!) che possa rendere tutti più sereni, appagati e felici. Anche gli uomini!

Solo il vento mi piegherà

Di Wangari  Muta Maathai (Ihithe, 1º aprile 1940 – Nairobi, 25 settembre 2011) ambientalista, attivista e biologa keniota, membro del parlamento keniota e Assistente Ministro per l’Ambiente e le Risorse Naturali nel governo del presidente Mwai Kibaki, fra il gennaio 2003 e il novembre 2005.

Ottobre 2004: Wangari Maathai è la prima donna africana a ricevere il Premio Nobel per la Pace. Come gesto simbolico scava la terra e vi depone una pianticella, che un giorno sarà un albero per le generazioni future, gesto che negli anni bui dell’autoritarismo le costò la repressione e il carcere. In questo libro, racconta la sua vita e il percorso che l’ha condotta ad un tale traguardo, per «il suo contributo alle cause dello sviluppo sostenibile, della democrazia e della pace».

La fonte meravigliosa

Di Ayn Rand, scrittrice nata a Pietroburgo nel 1905 ed emigrata in America nel 1924.

Il romanzo, ispirato alla vita di Frank Lloyd Wright, racconta la vita di Howard Roak, giovane architetto dai saldi principi, deciso a non scendere a compromessi per assecondare la propria carriera. Sarà però l’amore burrascoso con Dominique Francon, che pur amandolo disperatamente, farà di tutto per sfuggirgli e distruggerlo, a determinarne il destino. Inno alla virtù dell’individuo e all’anticonformismo e una grande storia d’amore, è una delle opere più famose e amate di Rand, dalla quale è stato tratto uno straordinario film con Gary Cooper.

Questa mia pazza fede nella vita. Storia di una famiglia ebraica triestina dal fascismo alla seconda guerra mondiale

Di Luisella Schreiber Segrè, vicepresidente dell’associazione Donne Ebee d’Italia di Trieste.

Dopo la morte di sua madre, Bruna Schreiber Levi, che per anni aveva raccontato la sua esperienza di perseguitata razziale, Segrè ha deciso di raccogliere i documenti e di raccontare le vicende della sua famiglia, affinchè quelle testimonianze non andassero perdute. La “pazza fede nella vita” è quindi quella che si accende nella giovane Bruna, grazie a barlumi di coraggio, amore e umanità, che vede intorno a sè, nonostante la sua esistenza e quella della sua famiglia cambino radicalmente e dolorosamente, dopo le leggi razziali del 1938. Una storia raccontata attraverso lettere, fotografie documenti e soprattutto la voce di Bruna, nelle pagine del suo diario.

I sogni di Anna (Vita Activa Edizioni)

Di Silvia Ricci Lempen. Giornalista e insegnante universitaria, è stata impegnata anche nel movimento femminista. Scrive sia in italiano che in francese.

Storie di donne, che si svolgono un intero secolo, in luoghi e contesti sociali diversi. Non somigliano all’autrice, e le loro vicende non hanno nulla a che vedere con le sue, ma le storie appartengono comunque a lei, poichè si agganciano a luoghi, momenti, stati d’animo e ricordi che si dipanano sull’arco di tutta la sua vita.

GIUGNO 2021

Diventare cittadine : il voto alle donne in Italia

Di Anna Rossi-Doria, storica e accademica italiana.

Il percorso legislativo e la storia dell’introduzione del voto alle donne in Italia: il 2 giugno 1946, con il referendum istituzionale e le elezioni dell’Assemblea costituente, le italiane esercitano per la prima volta il diritto di voto politico. La strada verso l’idea di donna come cittadina, alla pari degli uomini, però, in questo momento storico, è ancora lunga…

Dalla parte delle bambine : l’influenza dei condizionamenti sociali nella formazione del ruolo femminile nei primi anni di vita

Di Elena Gianini Belotti, scrittrice pedagogista e insegnante italiana.

La tesi secondo la quale la tradizionale differenza di carattere tra maschi e femmine non sia dovuta a fattori innati, bensì ai condizonamenti culturali che l’individuo subisce durante il suo sviluppo. “Non esistono qualità ‘maschili’ e qualità ‘femminili’ ma solo qualità umane”.

Il magico potere del riordino : il metodo giapponese che trasforma i vostri spazi e la vostra vita

Di Marie Kondo, consulente domestica

Il metodo Konmari, che garantisce l’ordine e l’organizzazione degli spazi domestici, e insieme la serenità!

Ingrid Bergman, la mia storia 

La bella autobiografia di Ingrid Bergman, portata a compimento poco tempo prima della sua scomparsa: ricordi, dialoghi, riflessioni e pensieri.

Diletta moglie amati figli : disposizioni e sentimenti nei testamenti della Trieste asburgica : le lettere

Di Diana De Rosa, studiosa di storia sociale e delle istituzioni educative

I testamenti scritti da uomini e donne di diversi ceti sociali, etnie e fede religiosa, tra Settecento e Ottocento, a Trieste, dove l’illuminata legislazione austriaca aveva reso uguali nella successione i maschi e le femmine.

MAGGIO 2021

Il Matriarcato : Ricerca sulla Ginecocrazia nel mondo antico e nei suoi aspetti religiosi e giuridici : rassegna di miti e simbolo

Di J.J. Bachoffenn, filologo, storico e archeologo.

Primo volume della grande opera di antropologia e storia delle religioni, sullo studio del contrasto tra società antiche di tipo ginecocratico (basate sul Matriarcato) e nuclei che affermano il principio paterno, svolto muovendo oltre l’orizzonte europeo, e indagando la situazione sociale della donna non solo nel mondo greco – romano classico, ma anche in aree meno frequentate come l’India, l’Asia centrale, l’Egitto, la Libia, le terre degli Incas…

Perchè gli uomini possono fare una sola cosa per volta e le donne ne fanno troppe tutte insieme? 

Di Allan e Barbara Paese, psicoteapeuti e australiani, esperti di comunicazione e linguaggio del corpo. Un manuale per coppie sull’orlo di una crisi di nervi. Ovvero, come mantenere relazioni serene e durature con il sesso opposto, partendo dall’assunto che il cervello femminile e quello maschile non funzionano allo stesso modo!

Le mamme che lavorano sono colpevoli? Vincere il senso di colpa e godersi il bello della vita con i propri bambini

Di Sylviane Giampino, psicoterapeuta francese che di occupa dei problemi dell’infanzia e della famiglia. Un libro che, sulla base dei dati più recenti, scardina gli stereotipi pseudoscientifici, in base ai quali il primo sviluppo del bambino si ridurrebbe al mero rapporto con la madre, e confuta i preconcetti sulla relazione tra crescita e condizione occupata della madre.

All work and no pay : Women, Housework, and the Wages Due

Di Wendy Edmond e Suzie Fleming.

Opera a più voci del 1975,  sull’inizio delle lotte dell’International Wages for Housework Campaign (IWFHC) Salario per lavori domestici – https://it.qaz.wiki/wiki/Wages_for_housework 

Industria tessile e lotte operaie a Pordenone 1840 – 1954

Di Teresa Degan, insegnante, sindacalista e atleta, nata a Pordenone nel 1926 e morta nel 2010, è stata tra i fondatori, nel 1970, dell’istituto friulano per la storia del movimento di liberazione.

Storia dell’impresa tessile pordenonese e dei tessili come classe.

APRILE 2021

Sull’eguaglianza e l’emancipazione femminile, a cura di Nadia Urbinati

Di John Stuart Mill , filosofo economista, e sua moglie, Harriett Taylor da lui ritenuta ispirazione del suo lavoro intellettuale e delle sue idee emancipazioniste. Quattro saggi considerati la pietra miliare del femminismo teorico contemporaneo: Sul matrimonio e il divorzio (1832 -1833), Sul matrimonio (1832 – 1833), L’emancipazione delle donne (1851) e L’asservimento delle donne (1861).

Nata due volte : L’enigma del sesso. Rinascere donna: storia vera di una metamorfosi necessaria.

Di Maria Nadotti, giornalista, e Giovanna Rizzo, Avvocato. Le tappe di una “metamorfosi necessaria”: Giovanni si sottopone all’intervento chirurgico che gli conferirà l’identità sessuale femminile, che fin da bambino ha sentito come sua. Si racconta in “Anch’io”: “un ritorno a casa” e un contemporaneo esilio.

Tina Modotti, gli anni luminosi, a cura di Valentina Agostinis, giornalista.

Raccolta dell’intera produzione fotografica che rende per la prima volta accessibili le foto scattate in Messico nel 1929.

“Sei tutta tenebre” Marta da San Daniele: una santità mancata nel Friuli del ‘600

Di Sandra Dolso, insegnante. Atti e storia del processo inquisitoriale a Marta Fiascaris da San Daniele con l’accusa di falsa santità.

Stanca morta

Di Elena De Vecchi. Inchieste di un commissariato di frontiera. L’ispettore Kaucich segue le tracce della scomparsa Emma Torriani e l’agente Bregant quelle della sua antenata Caterina. Le due donne sembrano oppresse da una storica quotidiana stanchezza…

MARZO 2021

La Ristori. Vita romanzesca di una primadonna dell’Ottocento

Di Teresa Viziano, ex direttrice degli Archivi del museo Biblioteca dell’attore di Genova e cultrice dello studio della vita di attori dell’Ottocento e del Novecento.
Vita della più grande attrice dell’Ottocento: una biografia, ma anche quadro della società dell’epoca.

Il Novecento delle italiane: Una storia ancora da raccontare

Sedici note scrittrici e giornaliste italiane raccontano la Rivoluzione delle donne.

Dalla lotta per l’emancipazione fino ai giorni nostri, passando dagli anni bui del ventennio, il dopoguerra e l’esplosione del femminismo. Eventi, personaggi, conquista dei diritti e cambiamento dei costumi e dei modelli culturali!

Madri (femministe) e figli (maschi)

A cura di Patrizia Romito e Caterina Grego (La Settima Onda)
Storie di come diciotto donne hanno trasmesso a di loro figli maschi i valori del femminismo: una riflessione e un’analisi dei risultati di una educazione impartita e ricevuta.

Tre donne in abito da sera (Three Women in Black)

Di Helen Reilly, scrittrice statunitense di gialli (1891-1962)
Tre donne, una cena elegante, uno spettacolo di illusionismo. E un omicidio.

Meglio sole: Perché è importante bastare a se stesse

Di Ivana Castoldi, psicologa e psicoterapeuta
Il lungo percorso, doloroso per alcune, liberatorio per altre, che attraverso la conquista dell’autonomia e della consapevolezza di sé e dei propri bisogni e desideri porta all’emancipazione. Come riprendere in mano la propria vita e liberarsi dei condizionamenti sociali e familiari. Da sole, ma non necessariamente sole!

FEBBRAIO 2021

A peste, fame et bello…Donne, streghe e benandanti Vita quotidiana e Inquisizione nel Friuli del XVII secolo

Di Enza Chiara Lai: filosofa e socio- antropologa, si dedica all’attività di ricerca in particolare riguardo alle tradizioni e alla cultura del Friuli e della storia delle donne e anche su temi connessi alla stregoneria.

Tre donne nella campagna della bassa pianura orientale friulana, alla fine del ‘500, e le loro vicende “giudiziarie”, perché accusate di stregoneria. Una ricostruzione non solo dei fatti storici, ma anche della condizione umana delle donne e della dimensione economica e sociale in cui viveva la popolazione di quell’area al tempo.

Le donne fanno paura

Di Chiara Valentini, giornalista e saggista.

Un quadro della condizione femminile dall’inizio degli anni ottanta ai primi anni 2000, nel mondo del lavoro, nella vita politica e in quella privata.

Enciclopedia delle donne il nostro corpo, la nostra mente

Di Denise Foley, Eileen Nechas e la redazione di Prevention Magazine.

Una guida di 89 voci che propone una soluzione per i molteplici problemi (psicologici, medici e pratici) che le donne devono affrontare.

Il cimitero dei senza nome

Di Patricia Cornwell, scrittrice di romanzi polizieschi.

Una nuova avventura e una nuova indagine del celebre personaggio, l’anatomopatologa Kay Scarpetta. Un serial killer, che aveva già incontrato in passato, torna di nuovo a colpire e Kay Scarpetta indaga sui delitti, aspettando di trovarselo finalmente faccia a faccia.

Inutile piangere sul cuore spezzato

Di Greg Behrendt e Amiira Ruotola Behrendt, già autori del bestseller La verità è che non gli piaci abbastanza.

Un ironico manuale – salvagente per le rotture in amore.